Come allontanare i topi: consigli per difendersi dai roditori

Topi e ratti sono attivi, soprattutto, nelle ore notturne, rimanendo nascosti durante le ore diurne, mentre gli ambienti sono frequentati dall’uomo.

Per tale motivo la loro presenza, in casa, nelle aree commerciali e industriali, è spesso rilevata in ritardo, ad infestazione, ormai, avvenuta.

TRACCE DELL’INFESTAZIONE

E’ essenziale prestare molta attenzione a quelli che sono i segnali tipici della loro presenza che sono:

  • Rosicchiamenti rilevabili su cavi elettrici, tubazioni, arredi, tessuti, carta e cartoni.
  • Escrementi di forma, dimensioni e quantità diverse. Gli escrementi dei ratti raggiungono una lunghezza di circa 20 mm, gli escrementi dei topi di 3-6 mm.
  • Odore sgradevole con il quale viene marcato il territorio.
  • Macchie untuose con tracce di pelo su pavimenti e pareti, indicanti gli abituali percorsi dei roditori
  • Nidi generalmente rilevabili in posti nascosti in prossimità di fonti di cibo, realizzati con carta e tessuti sminuzzati.

Rilevare la presenza di topi in casa è un primo importante passo per affrontare il problema.

ISPEZIONE DELLE AREE ESTERNE

Ispezionare le zone verdi per individuare possibili tracce.

Cataste di legna, cespugli, erba folta possono costituire ottimi ripari per i roditori.

Gli alberi, spesso, sono in contatto con i muri e i tetti degli edifici. Questo permette il passaggio dei roditori; il “ratto nero dei tetti”, nello specifico, è un abile arrampicatore.

Gli alberi da frutta sono ottime fonti di cibo che attirano i roditori, così come i locali spazzatura all’esterno degli edifici.

Come eliminare i topi dall’abitazione: ACCORGIMENTI IGIENICO-SANITARI

PULIZIA

Mantenere gli spazi, accuratamente, ordinati e puliti.
Chiudere i bidoni della spazzatura in modo che il contenuto non possa traboccare e svuotarli regolarmente. Anche una sola briciola è in grado di attirare i roditori.

RIDUZIONE DELLE ZONE DI RIFUGIO

Tagliare l’erba e sfoltire la vegetazione con regolarità.
Rimuovere accumuli di detriti, in quanto disordine e rifiuti costituiscono condizioni favorevoli in cui i roditori possono trovare rifugio e procurarsi cibo.

CHIUSURA DI POTENZIALI PUNTI DI ACCESSO

E’ opportuno sigillare fori, crepe, passaggi di cavi e canaline che possano permettere a topi e ratti di penetrare all’interno degli edifici.
I ratti riescono a passare da un foro del diametro di 1.25 cm (corrispondente ad un pollice umano), mentre i topi attraversano aperture di 0.5 cm (diametro di un mignolo). Accertarsi che i coperchi dei pozzetti esterni chiudano perfettamente.

CONTROLLI PERIODICI

I roditori sono attivi durante tutto l’anno, ma si avvicinano alle abitazioni, soprattutto, nel periodo invernale alla ricerca di riparo dal freddo e di cibo. Ispezioni periodiche dei punti critici potrebbe evitare problemi di infestazione.

INTERVENTI PROFESSIONALI

Qualora fossero rilevate tracce della presenza di roditori, DPM DISINFESTAZIONI sconsiglia di mettere in atto rimedi “fai da te” che non risolverebbero il problema, ma rischierebbero di aggravarlo, ulteriormente.


DPM DISINFESTAZIONI interviene con personale altamente qualificato in grado di affrontare gli innumerevoli aspetti dell’infestazione. Utilizza metodologie di indagine idonee ai diversi luoghi, impiega i prodotti più efficaci (nel rispetto di persone e animali) e monitora l’efficacia della disinfestazione.