Disinfestazione Vespe e Calabroni

Disinfestazione Vespe/Calabroni

Per procedere ad un intervento di disinfestazione da vespe e calabroni occorre, innanzitutto, individuare il nido. Solitamente sono costruiti nei cassonetti delle tapparelle, sotto grondaie o balconi, nei comignoli e negli esalatori

Le vespe, essendo golose di sostanze proteiche e zuccherine, possono costituire un fattore di contaminazione per gli alimenti destinati al consumo umano. Pertanto sono da considerarsi dannose per le aziende che trattano prodotti alimentari e per i luoghi di ristorazione in cui si preparano i cibi.

Durante la stagione calda il numero di vespe e calabroni nei nidi è in costante aumento per poi spopolarsi in autunno. Tra le vespe più diffuse troviamo la Vespa comune (vespula vulgaris), la Vespa di terra (Vespula germanica) e il Calabrone (Vespa crabro).

Vespa di terra (Vespula germanica)

Le vespe di terra, o vespe scavatrici, hanno un caratteristico corpo con una colorazione nera brillante con striature gialle della lunghezza di 10-20 mm. Si trova dappertutto ed è attiva anche in giornate abbastanza fresche.

Si trova, più frequentemente, in agosto-settembre su fonti zuccherine e proteiche (frutta in maturazione, immondizie, carni e pesce, ecc.) e nidifica spesso all’immondizia per avere scorte inesauribili di cibo

Costruisce i nidi con involucro, grigiastro, nel terreno o in luoghi riparati negli edifici edifici. Le colonie sono anche molto grandi (con migliaia di adulti nel periodo di massimo sviluppo).

Vespa comune (vespula vulgaris)

La vespa comune ha un corpo di lunghezza tra 10 e 20 mm,di colore giallo e nero.

Il nido viene costruito sottoterra (di dimensioni inferiori a quello della Vespula germanica), a volte è appeso ai rami degli alberi, all’interno delle cassette della posta o sotto contenitori e vasi rovesciati.

Le colonie possono essere composte tra 1.000 e 2.000 individui. Se disturbata, la Vespula vulgaris può diventare aggressiva e pericolosa.

Calabrone (Vespa crabro)

Il calabrone è certamente una degli insetti più temute e perseguitate del nostro paese.

In realtà la sua fama è largamente immeritata e, nonostante le dimensioni e il ronzio inquietante, si tratta di un insetto del tutto pacifico che interferisce molto raramente con l’uomo.

Non viene, infatti, attratto dai cibi e non infastidisce quando si mangia all’aperto o nei luoghi ove si trattano alimenti (industrie alimentari, negozi, mercati); inoltre non entra quasi mai nei locali abitati,

Durante i mesi estivi, si può verificare la formazione di nidi di calabroni all’interno delle nostre abitazioni o in generale nei fori sugli alberi, nei comignoli, nelle soffitte e anche nei cassonetti delle tapparelle.

Un nido di calabroni è una costruzione di diversi cm di diametro, realizzata con un materiale simile alla carta, ottenuto dalla masticazione del legno impastato con la saliva.

Instancabili predatori, da adulti si cibano di alimenti zuccherini (nettare, linfa, frutti maturi, ecc.) mentre alimentano le regina e le larve solo con prede vive.

I calabroni sono da considerarsi insetti utili per la loro attività predatoria con la quale eliminano insetti molesti (mosche, bruchi, cavallette, altre vespe ed api), quindi i loro nidi vanno eliminati solo se ubicati in luoghi ove costituiscono un reale pericolo per le persone.

L’aggressività delle vespe e la pericolosità delle loro punture, sono un valido motivo per procedere ad una disinfestazione delle abitazioni e dei luoghi di lavoro.

Le punture di questi insetti non provocano generalmente danni sensibili, a parte il dolore della puntura e dei successivi problemi alla lesione cutanea, ma divengono estremamente pericolose per la vita di chi è allergico, provocando uno shock anafilattico.

La rimozione di nido di vespe è una operazione delicata e non priva di rischi, in quanto gli insetti, all’interno, sentendosi minacciati, possono diventare estremamente aggressivi, pungendo chiunque si trovi nelle vicinanze.

Interpellate DPM Disinfestazioni per una valutazione del problema e per la pianificazione di un intervento: è importante rivolgersi a ditte specializzate evitando di prendere iniziative autonome.